This site uses cookies! Learn More

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.

Visualizza dettagli: italiaunix.com/cookies

Per proseguire con la navigazione del sito, devi accettare di utilizzare i nostri cookie :)

Comunità informatica

Manage articles

Mycroft è un'intelligenza artificiale apparsa come progetto su Kickstarter pochi giorni fa, riuscirà a superare Siri e Cortana ?

A vedere dal progetto su Kickstarter si direbbe proprio di si. Provate ad unire Arduino e Raspberry ad un ottimo team di sviluppo che rilasci tutto con licenza GPLv3. Ecco, sento già gli ingranaggi nella vostra testa iniziare a girare.


Quella che sembra una sveglia old-style nasconde in realtà una complessa I.A. in grado di collegarsi a tutti gli apparecchi della nostra casa, accendere computer ed elettrodomestici, luci, chiudere ed aprire porte, chiaramente dovrà essere tutto compatibile. Potrà anche essere possibile creare un'intera infrastruttura di Mycroft mettendone uno in ogni stanza, in modo da poter comunicare con chiunque nel caso di una grossa abitazione, sempre in questo caso, sarà anche possibile fare degli "annunci" che verranno riprodotti in ogni Mycroft connesso.
Tramite il riconoscimento vocale potremo fare veramente tantissime cose, ecco l'elenco direttamente dalla campagna Kickstarter di Mycroft :
 Oltre alle sue funzioni stand-alone, inoltre, sarà completamente compatibile con Ubuntu, Chromecast, e le maggiori distribuzioni GNU/Linux.
 
Per maggiori informazioni, vi rimando alla pagina ufficiale su Kickstarter e al trailer ufficiale:
 

Ghost Italy ha hackerato il sito web di Giustizia Minorile, vediamo assieme i dettagli 

È di poche ore fa la notizia giuntaci riguardo all'attacco hacker svolto dai membri del gruppo Ghost Italy ai danni del sito web www.giustiziaminorile.it , alleghiamo alcuni screenshot del sito hackerato alla fine dell'articolo. Ghost Italy sembra essere una divisione del movimento anonymous italiano. Come possiamo leggere da quello che gli hacker hanno scritto, il motivo dell'attacco sembra essere un avversione verso il governo italiano, il quale non da il giusto peso ai giovani. 


Cinnamon 2.8 è la nuova versione, ancora in sviluppo, del DE di Linux Mint. Il team di sviluppo ha annunciato tramite il proprio blog due piccole novità della prossima versione.

La prima novità sono i box di notifica del pannello, che ora appaiono più moderni.
Prima:

Dopo:

La seconda novità di Cinnamon 2.8 (presente probabilmente in Linux Mint 17.3 ) è già più corposa, e porta il livello di carica di batteria di ogni nostro accessorio nel pannello, indicandone anche ogni singolo dettaglio.
Screen di esempio:

Dettaglio della batteria in Cinnamon 2.8 WiP su Linux Mint
Fonti: 1 - 2 .
 

Per un difetto di costruzione del Samsung Galaxy Note 5 , inserire la S Pen al contrario potrebbe rompere irrimediabilmente.

Questo è grave errore che sta proprio alla base della progettazione del Samsung Galaxy Note 5 , perché non è presente alcun tipo di resistenza nel caso provassimo a inserire la S Pen al contrario. Il problema sorge nel momento in cui cerchiamo di toglierla, si incastrerà e l'unico modo per rimuoverla sarà forzare l'espulsione, rischiando di rompere il meccanismo di Samsung Galaxy Note 5 per il rilevamento della S Pen .
Ecco qui un video di Android Police, che fa notare questo grosso errore da parte di Samsung :
 
Non ci resta che aspettare qualche comunicazione da parte di Samsung.
Fonte.

elementaryOS Freya 0.3 è stato rilasciato da poco, ma i workspaces non funzionano su due monitor .


elementaryOS Freya Workspaces
 
Come funziona di default? Su elementaryOS Freya avrete sempre infiniti workspaces, ma cambieranno solamente sul monitor principale, non sul secondo monitor.
A detta degli sviluppatori questa è una feature voluta, che può essere disattivata di default.
Per farlo apriamo dconf-editor, se non lo abbiamo installiamolo dal nostro gestore pacchetti e apriamolo, o diamo da terminale:
sudo apt-get install dconf-editor && dconf-editorSi aprirà la finestra del programma, NON chiudete il terminale.
Da dconf andate su dconf -> org > gnome > mutter -> workspaces only on primary (togliete la spunta).
Fatto! I workspaces ora funzioneranno subito su elementaryOS Freya e su tutti i monitor !
Fonte [bugs.launchpad.net]

Google ha regalato al proprio Hangouts una nuova home page nel web.

Ad oggi il servizio di videochat di Google non è più vincolato dentro Google+ e Gmail, vi basterà andare su www.hangouts.google.com e loggarvi col vostro account Google per iniziare a parlare.
Il sito vi mostra da subito tre funzionalità chiave, la videochiamata, chiamata telefonica, e la chat, proprio al centro dello schermo, con dei grandissimi pulsanti per iniziare subito quel che dovete.

Nuovo Google Hangouts - Home page
 
Google sta dedicando moltissime attenzioni ad Hangouts negli ultimi mesi. L'App mobile Hangouts è stata ridisegnata sia per iOS che per Android rendendo il servizio molto più semplice da usare.
Fonte.

iOS 9 beta 5

By Kev, in Notizie,

Rilasciata la beta 5 di iOS 9 per iPhone, vediamone assieme le novità:

In data 7 agosto 2015, Apple ha rilasciato la quinta beta del suo sistema operativo per dispositivi mobili, che contiene una buona quantità di cambiamenti.
Cominciamo con il dire che alcuni degli sfondi predefiniti che siamo abituati a vedere sui nostri smartphone saranno rimossi. Non sappiamo ancora dire se saranno permanentemente rimossi con la versione definitiva di iOS 9 o se è solo una caratteristica di questa versione beta. In ogni caso se dovessimo esserci affezionati ad alcuni degli sfondi che verranno rimossi, basterà salvarli prima di aggiornare oppure scaricarli da internet dopo aver effettuato l'aggiornamento
All'interno dell'app Apple Music è stata introdotta una comoda funzionalità che permette di riprodurre tutti i brani della nostra libreria musicale in modalità casuale, o shuffle se preferite.
È stata aggiornata la funzione che permette di effettuare chiamate Wi-Fi, la quale ora permette anche agli utenti dell'operatore americano AT&T di potersi avvalere di questo servizio. Oltre ad AT&T sono supportati anche T-Mobile e Sprint. Saranno supportati anche gli operatori italiani con l'arrivo della versione definitiva? Lo spero molto.
Parlando di modifiche minori, la tastiera ora presenta i tasti cancella e shift leggermente spostati, per permettere una migliore usabilità della stessa, mentre la voce Scorciatoie Tastiera è stata rinominata in Sostituzioni Tastiera. Con l'ultimo aggiornamento, Handoff non visualizzerà più suggerimenti nella schermata di blocco riguardanti app non installate, da ora in poi verranno mostrati solamente suggerimenti riguardanti app già presenti nel dispositivo. Anche la relativa voce nelle impostazioni è stata eliminata.
All'interno delle impostazioni è stata aggiunta la voce Normative, presente sotto la sezione Generali.
Piccoli aggiornamenti riguardano anche la grafica: Nei suggerimenti di Siri, quando si vorrà inviare un messaggio o effettuare una chiamata, verranno visualizzate solamente le icone, eliminando le etichette. Riguardo all'app CarPlay, sono state aggiunte funzioni riguardo alla riproduzione di musica, inoltre le icone e le immagini vengono mostrate in modo diverso. Come ultima cosa cambierà l'animazione dell'icona del Wi-Fi: quando il nostro dispositivo si scollegherà da una rete wireless infatti, l'icona diventerà grigia e scomparirà, al posto di "perdere" gradualmente le tacchette.
Ritornando a parlare di sfondi, sarranno introdotti con questa nuova beta di iOS 15 nuovi sfondi in alta risoluzioni, scaricabili in un archivio di circa 45MB a questo indirizzo.




Ricordiamo che iOS 9 sarà compatibile anche con iPhone 4S e che Apple sembra essere intenzionata a dare anche a questo dispositivo un sistema fluido come merita di avere.

Appena un giorno dopo aver patchato la vulnerabilità DYLD_PRINT_TO_FILE con la nuova release di Apple OS X Yosemite 10.10.5 , il sistema desktop di Apple è stato colpito da un altro exploit che permette di ottenere accesso di root senza alcuna password.

Il bug è stato scoperto dall'italiano Luca Todesco, che, come possiamo vedere dallo screenshot sottostante, ha effettuato un chroot sul proprio sistema senza alcuna richiesta di password.

Privilege escalation exploit Apple OS X Yosemite 10.10.5 - Via [TWITTER]
Todesco non ha segnalato il problema ad Apple prima di pubblicare il tutto sul suo Twitter questo sabato, rimane da vedere quanto in fretta Apple riuscirà a risolvere il problema sul suo OS X Yosemite 10.10.5 . L'azienda non è mai stata veloce nel risolvere bug di sicurezza critici, ma sembra che ultimamente si siano dati una svegliata, l'ultima patch per la vulnerabilità DYLD, infatti, è stata rilasciata dopo meno di un mese dalla sua scoperta.
Apple si sta occupando moltissimo della sicurezza con gli ultimi aggiornamenti di OS X , il nuovo OS X El Captain infatti porterà una nuova feature chiamata "rootless", creata per impedire la modifica di alcune parti del sistema da App di terze parti.
Fonte.

Canonical ha da pochi giorni creato un nuovo PPA dedicato all'aggiornamento e alla manutenzione dei driver proprietari per schede video AMD e Nvidia su Ubuntu , a partire da Ubuntu 12.04.1 e superiori.


Ultima versione dei driver Nvidia disponibili nel PPA ufficiale di Ubuntu 15.10
 
Grazie a questo nuovo PPA potremo finalmente mantenere la nostra distribuzione aggiornata, senza ricorrere a repository non ufficiali rischiando di compromettere mezzo sistema (come, a volte, purtroppo accade).
Il nuovo PPA per i driver Nvidia e AMD è disponibile per Ubuntu 12.04.1 e superiori, attualmente sono presenti solamente i driver Nvidia , e in futuro verranno aggiunti quelli AMD.
Per installare i driver Nvidia su Ubuntu 12.04.1 e superiori tramite PPA, diamo da terminale:
sudo add-apt-repository ppa:graphics-drivers/ppa sudo apt-get update && sudo apt-get install nvidia-355Fonte.

Ecco a voi l'intervista con Vincenzo Colucci, il creatore di Smart Launcher, uno dei developer Android italiani più importanti al mondo.

Per chi non avesse la minima idea di chi sto parlando, ecco un video pubblicato da Google su di lui:

Ed ecco a voi l'intervista integrale:
Kryuko: Per prima cosa presentati agli utenti di ItaliaUnix, anche a chi magari non ha mai sentito parlare di te ☺
 
Vincenzo: Salve lettori di ItaliaUnix, sono Vincenzo Colucci, sviluppatore di Smart Launcher, ho 25 anni e vivo a Manfredonia, in provincia di Foggia.
 
Kryuko: Oltre a Smart Launcher stai portando avanti altre applicazioni o progetti? Cosa hai fatto prima di diventare famoso grazie al tuo launcher Android?
 
Vincenzo: Smart Launcher è un progetto molto complesso, che contiene al suo interno altri progetti. Ad esempio è ormai da un pò che stiamo lavorando su una serie di bloccaschermi e con la versione 3 abbiamo aggiunto la search bar che si porta dietro un piccolo motore di ricerca. Un progetto del genere ovviamente non da la possibilità di avere tempo libero ☺ Prima di creare Smart Launcher studiavo informatica a Bologna e creavo applicazioni per Android in base alle mie necessità quotidiane.
 
Kryuko: Come funziona lo sviluppo dell'app? Sei tu da solo o un team di più persone? Puoi dirci qualche nuova funzionalità che avete intenzione di implementare?
 
Vincenzo: Attualmente siamo in 3, due sviluppatori e un UI/UX designer. Per quanto riguarda lo sviluppo, non abbiamo piani a lunghissimo termine, Android cambia velocemente, e quindi preferiamo adattare i nostri piani di volta in volta. Attualmente stiamo lavorando per dare più possibilità di personalizzazione all'utente, le prossime funzioni saranno la possibilità di selezionare un font custom, e la possibilità di visualizzare le applicazioni in homescreen in una griglia a nido d'ape.
 
Kryuko: Perfetto. Parlando invece più di te, che OS utilizzi su PC e smartphone? Perché? E che software usi per il tuo lavoro?
 
Vincenzo: Ovviamente ho uno smartphone Android mentre su PC utilizzo sempre e solo Ubuntu. Mi trovo benissimo con il software open source e non sento l'esigenza di nient'altro, inoltre a mio parere la flessibilità di Linux è inimmaginabile per OSX o Windows. Eccetto per le risorse grafiche (il nostro designer usa la suite adobe), Smart Launcher è prodotto solo con tecnologie open source.
 
Kryuko: Beh, Adobe in molti casi purtroppo è d'obbligo, però diciamo che siete come modo di pensare molto vicini agli utenti del nostro forum ☺
 
Vincenzo: Non saprei, onestamente non mi sono mai sentito limitato con GIMP. Forse l'unico campo in cui mi sento davvero limitato su Linux è il video editing.
 
Kryuko: Pensi che potreste continuare lo sviluppo di Smart Launcher utilizzando, ad esempio, GIMP e Inkscape al posto di Photoshop?
 
Vincenzo: Certo, è cosi che abbiamo fatto fino a poco tempo fa. Io utilizzo tutt'ora l'accoppiata GIMP + Inkscape quando non ho bisogno di disturbare il designer.
 
Kryuko: Com'è nato il tuo interesse per l'informatica e la programmazione?
 
Vincenzo: Fin da piccolo ho sempre amato costruire e, più in generale, l'idea di inventare nuove cose. L'informatica è il campo che permette di poter fare queste cose con il minor impiego di risorse. Quindi ecco, avvicinarmi è stato qualcosa di completamente naturale.
 
Kryuko: Ora parliamo un po' di attualità. Cosa ne pensi delle politiche che sta adottando Canonical verso la community? Mi riferisco al voler creare un proprio server grafico, a tutte le funzioni di unity che violano la privacy per cui la gente si è molto lamentata, ecc.
 
Vincenzo: È un argomento molto ampio. Io credo che Canonical stia perdendo troppe risorse nella realizzazione del suo sistema mobile. È una battaglia persa e probabilmente lo sanno anche loro, ma cosi facendo stanno togliendo risorse al resto ed è un peccato. Fino a qualche anno fa aspettavo con trepidazione ogni nuova release per scoprirne le novità ma è ormai qualche anno che non riesco a scorgere novità di rilievo nella UI. Insomma seguire Ubuntu non è più eccitante come prima. Per quanto riguarda la privacy, è normale per ogni azienda cercare di monetizzare. Fin quando sarò libero di scegliere di non utilizzare software che non mi interessa, per me non sarà un problema.
 
Kryuko: Cosa ne pensi invece di Apple e Microsoft?
 
Vincenzo: Ecco, sapevo sarebbe arrivata questa domanda. In Microsoft non ho nessuna fiducia. Basta vedere come chiamano le versioni dei loro prodotti per capire che hanno sempre avuto le idee confuse. Non ho ancora provato Windows 10 ma ripeto, è un'azienda che non ho mai capito. Per quanto riguarda Apple il discorso è quasi l'opposto, i loro prodotti sono davvero ben studiati e spesso sono apprezzabili fin nei dettagli. Nei fatti però ho comprato un Mac 13" due mesi fa con l'intenzione di passare ad OSX. L'ho restituito dopo 3 giorni.
 
Kryuko: Ci credi se ti dico che sono un Ubuntu user come te, ho comprato un mac, e anche io l'ho restituito?
 
Vincenzo: Non faccio difficoltà a crederci.
OSX è una gabbia per un Ubuntu user.
C'è da dire che siamo partiti con il piede sbagliato quando il MAC è entrato in stallo durante la configurazione iniziale....
 
Kryuko: Beh, a me era crashato il server grafico 3 volte in un giorno invece :/ Comunque, torniamo alle domande.
Ultima domanda, quella più importante Cosa ne pensi di ItaliaUnix?
 
Vincenzo: Penso che sia un progetto interessante. Il mondo di Unix è un argomento che appassiona tante persone ed è un tema su cui ha davvero senso creare una community ☺
 
Kryuko: Perfetto, io direi che l'intervista si può concludere qui. Ti ringrazio per il tempo che ci hai concesso, se vuoi puoi fare un saluto a tutti gli utenti che ci seguono.
 
Vincenzo: Certo, un saluto a tutti gli utenti di ItaliaUnix e un grande in bocca al lupo per i vostri progetti!  
 
Link Utili:
Smart Launcher - Play StoreGinLemon - Play StoreVincenzo Colucci - Google+