This site uses cookies! Learn More

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.

Visualizza dettagli: italiaunix.com/cookies

Per proseguire con la navigazione del sito, devi accettare di utilizzare i nostri cookie :)

  • Chi è in chat

    Al momento non ci sono utenti nella chat room

Accedi per seguire questo  
Followers 0

iPad 3: guadagni e... difetti

   (0 recensioni)

Guest

Il "Risoluzionario" iPad 3 non ha avuto problemi a sfondare subito sul mercato. Infatti nell'assurdo tempo di 4 giorni sono stati venduti ben 3 milioni di pezzi, cifra raggiunta dal predecessore in 28 giorni.

Si registra anche un notevole aumento di valore del titolo AAPL che ha toccato la quota record di 600$.

Insomma, sembra tutto rose e fiori, non è così?

Beh, invece no: come con ogni prodotto, sono stati trovati difetti anche questo gioiellino.

Il difetto maggiore è una conseguenza dell'aumento di potenza. Infatti, con il processore dual core A5 e l'aggiunta di una GPU quad core (che insieme costituiscono proprio il chip A5X), l'aumento considerevole della qualità del display e della fotocamera hanno notevolmente innalzato le richieste energetiche di questo nuovo iDevice, rendendo necessaria una batteria del 70% più grande rispetto a quella dell'iPad 2.

Per questo motivo molti utenti si lamentano che la batteria sia molto difficile da caricare. La Apple ha infatti scelto (a mio avviso commettendo un grosso errore) di distribuire ancora i vecchi carica batteria da 10W dell'iPad 2.

E se 10W sono pochi per caricare bene la batteria, la USB è davvero insufficiente: se collegato ad un PC, l'iPad 3 sarà solo alimentato tramite USB, eccetto che non venga usata un'applicazione particolarmente pesante (ad esempio un gioco): in quel caso l'alimentazione USB non basterà e verrà usata insieme all'energia della batteria.

Sempre a causa dell'aumento della potenza, si registra un aumento delle temperature: mentre l'iPad 2 raggiungeva i 36 °C, il nuovo iPad 3 raggiunge invece 46 °C.

Nonostante tutto ciò rimango fiducioso per questo prodotto e credo che con il tempo la gente lo accetti com'è, dato che sono decisamente molti di più i vantaggi che i difetti.

E poi, come ci insegnano i nostri padri latini:

"De gustigus non disputandum est"

("Sui gusti non si deve discutere")


  Segnala Articolo
Accedi per seguire questo  
Followers 0


Feedback utente

There are no reviews to display.