This site uses cookies! Learn More

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.

Visualizza dettagli: italiaunix.com/cookies

Per proseguire con la navigazione del sito, devi accettare di utilizzare i nostri cookie :)

  • Chi è in chat

    Al momento non ci sono utenti nella chat room

Accedi per seguire questo  
Followers 0

Intervista ad A.Bompadre, il papà di Mystras!

   (0 recensioni)

Stardust

Oggi vi delizieremo con un intervista ad Alessandro Bompadre, il creatore di Mystras

Kronos: Ciao Alessandro, piacere di conoscerti

Stardust: Piacere Alessandro

Alessandro: Piacere a voi, è la mia prima intervista, spero di non fare le solite figurette :P

Kronos: Tranquillo, presentati a ItaliaUnix

Alessandro: Beh innanzitutto salve a tutti mi chiamo Alessandro Bompadre e sono uno sviluppatore software, fino a qualche anno fa il tipo di lavori che facevo erano molto orientati al web, PHP, Javascript ASP.. le solite cose, e per questo motivo avevo anche iniziato ad impegnarmi seriamente nel campo grafico in modo da fare dei siti che oltre alla parte software avessero anche un aspetto gradevole, questo mio lavoro mi ha fatto un po' da base per quello che poi è stato il progetto di Mystras.

Stardust: Complimenti Parlaci un po' della tua pupilla, Mystras

Alessandro: Beh, per dirla francamente tutto è iniziato per pigrizia :P M'ero stufato di Windows, volevo provare GNU/Linux, ma ogni volta che ne installavo una versione passavo interi giorni a configurarla come volevo io, spesso usavo anche programmi nativi di WIndows, quindi mi serviva Wine...

Insomma, passavo un sacco di tempo a sistemare tutto, senza dire che poi io se non ho davanti un ambiente in cui mi trovo bene anche graficamente, dopo un po' mi innervosisco, credo sia un sorta di idiosincrasia. Così all'inizio la prima volta che feci una piccola distro era una cosa farra in casa per uso personale, poi capitò per caso che un cliente mi cheese se conoscevo qualcuno che potesse fargli una distro GNU/linux da mettere su alcuni dispositivi che vendeva, questa è un'antra storia ma da quell'esperienza ho potuto migliorare molto le mie conoscenze nel campo della personalizzazione ed in più ho iniziato a fare il mio primo progetto serio. Tutto andava bene e mi sarei fermato li se Gnome non avesse inventato Gnome 3... Bello, interessante ed anche accativante, ma è pesante ed in più stravolge completamente il vecchio concetto di Desktop.

Penso che tutti abbiano visto che le distro più famose si sono subito discostate da Gnome 3 proponendo versioni personali, come Cinnamon di Mint e Unity di Ubuntu, sono delle idee molto interessanti, ma el trovo ancora troppo lontane da quello che potrebe essere un Desktop facile ed intuitivo al contempo, ricco di opportunità e d ipossibilità come invece era il buon vecchio Gnome 2 + Compiz. Cercando un'alternativa mi sono imvattuto in Xubuntu ed ho provato a farci gierare Compiz, ho visto che pur avendo ancora qualche difficoltà nel fondersi assieme (ad esempio inizialmente i bordi delle finestre erano inguardabili) era comunque possibile lavorare a un'integrazione dei due.

Ancora la strada non è conclusa nel tentativo di integrare le due cose, ma penso che sia oramai in disciesa e che i problemi rimasti siano comunque affrontabili, intendo riuscire in breve tempo ad offire un ambiente grafico che sia all'altessa degli ambienti Desktop a pagamento, come Windows o Mac Os X, e credo che in collaborazione con altri colleghi che si stanno appasionando all'idea potremmo produrre alla fine qualcosa di innovativo e molto interessante.

Stardust: molto interessante

Kronos: Puoi parlarci di Mystras da un punto di vista più tecnico? Ad esempio, il progetto è semplicemente Xubuntu + Compiz o c'è dell'altro? Quali sono i programmi preinstallati più di Xubuntu? E i requisiti minimi?

Alessandro: A livello di programmi preinstallati devo dire che un'altra cosa che subito mi aveva appassionato negli ultimi tempi era il progetto Elementary, del quale spero vedere presto la nuova relase, lo segue con molto interesse e da quel progetto ho preso diverse applicazioni, ad esempio uso Marlin, il File Manager di base, è molto facile da configurarlo aggiungendo nuove azioni prefefinite, e devo dire che mi da quel senso di pulizia e semplicità che può essere utile ad un utente alle prime armi per muoversi bene in un ambiente nuovo.

Sempre da Elementary ho preso Scratch come Editor di testo, ma non sono ancora sicurissimo di questa applicazione, quindi per ora ci sono sia Scratch che Leafpad, mi piace molto Scratch, ma non ho trovato un comando per il replace, e chi programma lo usa molto spesso.

Poi come altri programmi, ovviamente non poteva mancare VLC, Miro, che trovo molto carino e devo dire che sembra oramai arrivato ad essere un programma molto comodo, all'altezza di programmi come iTunes.

Per il resto ci sono applicazioni che penso conosciamo tutti, Cheese per la telecamera, Skype, inosmma, le solite cose.

Una cosa inoltre che mi sono divertito a sistemare è stato Pidgin, in modo che possa riconoscere le icone di MSN, aggiungendo anche le emoticon personali grazie a un plug in già esistente per Pidgin, che in Mystras si trova di default già configurato.

Ho poi preso Slyngsot, il Laucher di Elementary, che nell'ultima versione è diventato piccolo del colore del tema e và praticamente a sostituire il vecchio menù, ho preso il codice e l'ho modificato, e ne ho fatto un quadratone grande, a mò di fumetto di colore scureo così ce risultino abbastanza visibili le icone checi sono sopra, avendo fatto l'ennesimo fork, :P, ho chiamato questa nuova applicazione Ballista (cisto che il loro più piccolo era una fionda go pensato di chiamare il mio balestra XD )

Come Requisiti Minimi, per essere abbastanza certo del suo funzionamento, ho lavorato a Mystras su un Netbook, un vecchio Asus EeePc 1000h, quindi si tratta di un monocore da 1.2 GHz, 1 Gb di RAM, Chipset grafico ecc. L'avevo usato per due motivi: un po' perchè soffrivo la concorrenza dei MacBook, cioè con tutto quell'ambiente fighetto ed io con Windows XP, non si poteva continuare così, il mio Asus doveva essere migliore :P e perchè poi ho pensato che si vede bene su uno schermino così

Stardust: Quindi è molto leggero se gira bene su quel Netbook ora, hai detto che il tuo PC doveva essere migliore di Mac OS X, quindi cosa ne pensi dei MacBook e di Mac OS X?

Alesandro: Non posso negare che la qulità dei materiali e dell'OS, sono evidenti a tutti immagino, però secondo me il MacBook, come tutti i prodotti della Apple, ha un presso troppo elevato per la componentistica, che altri marchi ripropongono con prezzi assai minori, Mac OS X è bellissimo secondo me, anche s egraficamente non apprezzo lo stile Aqua, che però ho notato nel corso degli anni stia diventando sempre più minimale, cosa che trovo molto piacevole, penso che tutti i sistemi come OS X, ma anche Android, nel momento in cui cercando di venire incontro a tutte le esigenze dell'utente iniziano a avere un accesso a colte troppo capillare alle sue informazioni, numeri di telefono che passano dacilmente da Smartphone a posta elettronica per fare un esempio banale, questo non è necessariamente un male ma mi fa temere circa eventuali problemi di privacy non legati al sistema operativo in se ma a come queste informazioni possono girare nella rete, è un tipo di informazione che ho sempr epreferito tenere fortemente separato a meno che non sia io a volerlo unire.

Stardust: Perche hai scelto come base per Mystras Ubuntu e non ad esempio OpenSUSE, Fedora ecc.?

Alessandro: Perchè la mia distro preferita fino alla 10.10 non era Ubuntu, bensì Pinguy, faceva esattamente quello che volevo io, era facile da configurare (Pinguy è un'altra derivata di Ubuntu), quando tutto è cambiato con il passaggio da Gnome 2 a Unity, Cinnamon, Gnome 3 e quant'altro, ho notatoche anche lo sviluppatore di Pinguy si è trovao a farsi domande simili alle mie e ricordo che provò ad unire in betatest Compiz alla versione fallback di Gnome 3 (con scarsi risultati) abbandonando poi Compiz nella versione 11.10, tant'è che se non ricordo male lui stesso la chiamava Still Beta, per questo, sentendomi orfano di Pinguy tentai di prendere una mia strada ed essendo stato figlio di un'Ubuntu Derivata, non potevo non tentare di farne una anche io :P

Stardust: Ora si spiega tutto, tu cosa pensi della frammentazione di GNU/Linux? Cioè, molte distribuzioni hanno delle derivate, ma moltissime di queste derivate sono fork.

Kronos: Ad esempio Ubuntu Satanic Versione che non era altro che un tema satanico e null'altro, che ne pensi di derivate di questo tipo?

Alessandro: È un po' difficile dare una risposta definitiva al problema, il bello ed il brutto dell'open source è il fatto che tutti possano metterci le mani sopra e farne qualcosa di personale, nel marasma generale possono uscire idee buone come idee cattive, ad esempio Ubuntu Satanic Version, forse non è un'indea cattiva ma non offre particolari novità, tanto valeva fare un tema e condividerlo. Però Mint nasce come derivata di Ubuntu ed ora che ha preso una sua direzione, ho visto che stà sperimentando di passare a Debian come base.

Stesso discorso per Elementary, la prima versione aveva il suo bellissimo tema come nucleo del progetto, ora man mano che si và avanti, s'arricchisce di programmi, second ome è importante poter sperimentare anche quando facciamo schifezze, perchè comunque nella peggiore delle ipotesi ha arrchhito noi nel nostro cammino nel mondo dell'Open Source, poi i prodotti veramente validi cresceranno da soli e si ritaglieranno la loro fetta

Stardust: Giusto, ora che l'hai tirato in ballo, ci diresti i pro e i contro dell'Open Source?

Alessandro: Beh io sono un programmatore, mi viene naturale dire che l'open source è bellissimo anche perchè così ho tante belle idee altrui da cui attingere :P ovviamente questo è il lato più banale del tema.Quello serio è che l'ambiente informatico è un ambiente scientifico, la condivisione del sapere arricchisce tutti noi permettendoci anche con mezzi economici limitati di produrre buoni progetti e questo è il PRO, il contro è che spesso possono capitare progetti non così buoni, i prodotti commerciali hanno un più ferreo controllo della qualità e garantiscono un prodotto spesso più stabile, d'altro canto la comunità opensource s'arricchisce dell'esperienza di milioni di persone. Io mi sento di dire: Don't worry be crappy! Cioè se qualcuno ha un'idea e vuole provare, provi, senza la presunzione di fare una cosa perfetta al primo colpo, migliorerà col tempo. L'importante è avere dietro un'idea, un obiettivo e lavorare sodo per mantenere le promesse.

Stardust: Sante parole, lavori ad altri progretti o hai lavorato in passato?

Alessandro: Beh in passato ho fatto qualche piccolo progetto quando ancora ero un ragazzino, si trattava dei classici script per Mirc, penso che molti di noi ne avranno usato uno, chattando nei primi anni di internet. Poi crescendo ho prodotto qualche altra cosa sempre amatoriale come alcuni Browser Game, assieme a degli amici. Questo sempre parlando di progetti fatti nel tempo libero, in campo lavorativo, per lo più gestisco siti web, e curo un'altra distribuzione linux, che però viene utilizzata dentro alcuni televisori per gestire internet da telecomando. E' una cosa a cui sto ancora lavorando e su cui preferisco rimanere un po' "nuvoloso" perchè non è un progetto finito :)

Kronos: Cosa ne pensi di ItaliaUnix?

Alessandro: Ho dato uno sguardo ai vostri articoli e devo dire che siete molto attivi, fra l'altro mi sembra di capire che siate anche dei ragazzi giovani, almeno da quel che ho letto, mi è piaciuto leggere l'intervista a Mefrio e mi piacerebbe magari avere l'occasione di scambiarci quattro chiacchiere in fondo abbiamo entrambi in comune la passione per delle distribuzioni linux dotate di un certo stile :P

Stardust: ok, grazie mille della collaborazione Alessandro

Alessandro: :) grazie a voi dell'intervista

Stardust: bella distribuzione, presto vedrai l'intervista pubblicata sul nostro sito, ciao!

Kronos: Ciao Alessandro

Alessandro: Ciao ragazzi :)

ecco come si presenta Mystras

05022011.png

per il download della distribuzione:

QUI

SITO UFFICIALE

Ringraziamo ancora Alessandro della collaborazione.


  Segnala Articolo
Accedi per seguire questo  
Followers 0


Feedback utente

There are no reviews to display.