This site uses cookies! Learn More

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.

Visualizza dettagli: italiaunix.com/cookies

Per proseguire con la navigazione del sito, devi accettare di utilizzare i nostri cookie :)

  • Chi è in chat

    Al momento non ci sono utenti nella chat room

Comunità informatica

Manage articles

stay_erk

Fra non molto Android 6.0 Marshmallow sbarcherà sui nostri dispositivi mobili. Tra le principali novità spicca Doze, Il cui compito è quello di salvaguardare la durata della batteria del tuo device. Come? Scopriamolo insieme.

Doze si attiverà unicamente se il nostro dispositivo è scollegato dall'alimentazione ed è in Stand-By, fatte queste premesse il device entrerà, appunto, in modalità Doze. I WakeLock saranno ignorati, le scansioni Wi-Fi non saranno eseguite. Il telefono riprenderà le normali funzioni ad intervalli per brevi periodi di tempo sincronizzando le applicazioni per segnalare l'eventuale arrivo di notifiche, fin quando non sarà riattivato dall'utente. Naturalmente da Doze sono esclusi Google Play Services e Gestione Dispositivo che consentono il buon funzionamento del device.
Google crede molto in questa funzione ed è per questo motivo che ha deciso, e vuole assicurarsi, che i produttori di Smarthphone (Samsung, HTC, Sony...) che utilizzeranno sui loro device Android 6.0,  la funzione Doze così com'è e senza modifiche anche nelle loro versioni di Android modificato (TouchWiz, HTC Sense...). 
Doze sarà naturalmente assente nella versione AOSP (Android Open Source Project) che rappresenta il vassallo della libertà per molti utenti, privo infatti di ogni tipo di personalizzazione o elemento non indispensabile per il funzionamento del sistema operativo.
stay_erk

Il colosso cinese Xiaomi in questi giorni ha rilasciato la versione 5.10.15 della MIUI, che si presenta come un upgrade davvero sostanzioso. Caratterizzato da molteplici fix, e da interessanti novità che riguardano le applicazioni Download MiDrop.

Partiamo dalla prima che da ora supporta nativamente il download di file torrent e relativi link magnetici, non sarà quindi necessario installare un'applicazione di terza parti per scaricare torrent.
Inoltre viene introdotto il protocollo VoLTE sullo Xiaomi Mi Note Pro, e l'applicazione Galleria è stata ottimizzata sia in termini di consumo energetico che di performance. 
L'aggiornamento è disponibile anche per il MiPad, che vanta un ottimo hardware ma una MIUI non all'altezza, speriamo che le cose cambino con questo aggiornamento.
L'aggiornamento sarà disponibile via OTA a partire dai prossimi giorni per tutti i dispositivi supportati. Vi ricordo però che questa versione della MIUI non integra il pacchetto multilingue, quindi vi consiglio di aspettare il rilascio della ROM tradotta. Quest'ultima sarà disponibile nel giro di pochi giorni.
Detto ciò vi lascio al changelog completo della MIUI 5.10.15 China Developer:
SISTEMA
Supporto per le chiamate tramite protocollo VoLTE (Mi Note Pro); Funzione "Smart Roaming" per migliorare la velocità nelle ricerche ed i tempi di risposta in caso di roaming internazionale. MESSAGGI
Impuntamenti nello scorrimento della lista dei messaggi sono stati eliminati. SCHERMATA HOME
Le Apps bloccate tramite "Protezione privacy" non saranno visibili nell'elenco delle ultime app usate (task manager). GALLERIA
Tutti i membri della famiglia riceveranno una notifica all'aggiunta di una foto; Diminuito l'utilizzo della RAM nell'elenco di immagini ed album grandi; Aumentata la velocità di caricamento degli album "Volti"; Il bambino protagonista dell'album sarà visualizzato al centro della schermata di blocco quando questa funzione è attiva; Gli impuntamenti che si verificavano durante la navigazione nella galleria durante la sincronizzazione sono stati risolti; Le informazioni sulla posizione nella pagina iniziale "sfarfallavano" durante la sincronizzazione sono stati risolti; L'avatar del bambino non era sincronizzato con l'immagine di copertina è stato risolto; Eliminata la lentezza nel caricamento degli album cloud. IMPOSTAZIONI
Risolto il problema riguardante il Wi-Fi che a volte non  riusciva a connettersi. DOWNLOADS
Supporto al download dei torrents e relativo link magnetico. REGISTRATORE
Basterà tirare giù la lista delle registrazioni per controllare lo stato di sincronizzazione. OROLOGIO
Aggiunte funzioni: Orologio, Cronometro e Timer (Mi Pad). MI DROP
La pressione prolungata sul collegamento rapido al Mi Drop ne mostra la pagina di aiuto; Risolto il problema riguardante il fallimento del trasferimento di alcuni files; Risolto il crash dell'app che si verificava durante la ricerca. UTILIZZO BATTERIA
L'avvertimento "Batteria Scarica" non apparirà più durante una chiamata in arrivo. Vi lasciamo al thread ufficiale di miui per ulteriori informazioni e download delle ROM: http://en.miui.com/thread-171874-1-1.html
stay_erk

L'azienda francese Archos ha deciso di cimentarsi nel mercato degli smartphone a prova di furto di dati, mettendosi in competizione con il già noto Blackphone, che fa della sicurezza il suo punto forte.

In collaborazione con Sikur, fornitore di applicazioni di comunicazione aziendale criptata, la Archos ha creato GranitePhone.

GranitePhone monta il sistema operativo GraniteOS, sviluppato da Sikur e basato su Android, cripta ogni bit del telefono a partire dalla home screen, per passare al registro delle chiamate, i messaggi di testo, i contatti e qualsiasi tipo di dato sensibile, e non, presente sul telefono.
A detta dell'azienda produttrice il software dello smartphone non presenta backdoor. Inoltre una copia di backup di tutti i dati del telefono è salvata all'interno del cloud di Sikur.
Dal lato hardware, però, GranitePhone si presenta come uno smartphone di fascia media, monta il processore Qualcomm 615, accompagnato da 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna non espandibile. L'abbondante display di 5 pollici Full HD dovrebbe consentire la visione fluida e chiara di media e applicazioni, mentre le fotocamere posteriore e anteriore, rispettivamente da 16 e 8 Megapixel dovrebbero assicurare scatti di buona qualità. Il tutto è alimentato da una batteria da 2700 mAh che, se rapportata al processore dovrebbe assicurare una buona autonomia.  
La killer feature di questo dispositivo è proprio la sicurezza, che come le altre cose ha un prezzo. GranitePhone viene venduto a 850 Dollari, quindi prima di acquistarlo pensate bene al valore della vostra sicurezza.
Se volete scoprire qualcosa in più riguardante questo smartphone visitate il sito ufficiale: http://www.granitephone.com/
Michele Manfuso

Apple ha ottenuto nuovamente la medaglia d'oro per il marchio di maggior valore al mondo della classifica annuale Interbrand; è il terzo anno di fila che strappa il primato

È dal 2013 che Cupertino è balzata al primo post del podio Interbrand scalzando Coca Cola, e da allora non si è più spostata. Dietro a lei, i grandi dell'high-tech, vale a dire Google, Microsoft e Samsung rispettivamente al secondo, quarto e settimo posto.
Rispetto all'anno scorso, la popolarità della mela è cresciuta di un incredibile 43%, il che le ha permesso di guadagnarsi anche il titolo di Top Riser assieme a Facebook e Amazon: dai 118,9 miliardi di dollari di valore nel 2014, infatti, Apple ha toccato quota 170,3 miliardi.
IL merito, ovviamente, va a lui, ad iPhone 6s e 6s Plus, che ha battuto tutti i record di vendita mai registrati finora da Cupertino; ma c'è anche Apple Watch, presentato lo scorso aprile, e iPad Pro, e la nuova Apple TV. Un unico dubbio ci assale guardando il modesto -9% di Volkswagen, che forse è un po' poco: chissà, magari le stime non sono aggiornatissime.
Classifica Interbrand, Apple supera Coca-Cola e Google nel 2013

Confermando la classifica stilata da Brandz a maggio, Interbrand ha pubblicato la sua speciale graduatoria dedicata ai marchi di maggior valore, dando così ad Apple la possibilità di vantare anche in questo caso la prima posizione.
La società guidata da Tim Cook scavalca così Google, al secondo posto, e Coca-Cola, al terzo, battendo altre industrie tecnologiche di primo piano come IBM, Microsoft, Samsung e Intel, tutte quante rientrate all'interno della top 10. Nella propria analisi, Interbrand stima il valore di Apple vicino ai 100 miliardi di dollari, motivando così il successo dell'azienda di Cupertino:
Nel report di Interbrand, si riportano come punti cardine della strategia di successo di Apple anche l'ormai diffusa presenza dei suoi negozi in giro per il mondo, oltre alla possibilità di vedere in futuro computer indossabili, grazie all'assunzione dell'ex CEO di Yves Saint Laurent, Paul Denève.
Michele Manfuso
Necroos

OS X El capitan é finalmente arrivato, la montagna della Sierra Nevada  ora sul vostro Mac!

Mercoledì produttivo per l'azienda di Cupertino che ieri sera ha rilasciato sia iOS 9.0.2 che una nuova versione per i sistemi operativi Mac ovvero El Capitan.
Tra le tante novità introdotte da questo nuovo OS vi evidenziamo la nuova funzionalità Split View che permetterà agli utenti di affiancare due finestre in fullscreen, esattamente come già avviene su Win 8-10

Inoltre l'ormai famoso Spotlight ha ricevuto un upgrade davvero interessante capace di renderlo più flessibile per adattarsi a tutti i tipi di ricerca

 
Altra funzione degna di nota sta nel cursore che potrà ingrandirsi per permettervi di ritrovarlo sullo schermo semplicemente agitando il mouse

Non dimentichiamoci che é un OS concepito per poter girare anche sui vecchi modelli, infatti El Capitan é più veloce rispetto al suo predecessore Yosemite

Altre informazioni potete direttamente approfondirle attraverso il sito  OS X El capitan
 
Necroos

Da mercoledì é stato reso disponibile iOS 9.0.2 ovvero il nuovo aggiornamento per iOS 9.0 e iOS 9.0.1. ne parliamo in questa news

Da mercoledì é stato reso disponibile iOS 9.0.2 ovvero il nuovo aggiornamento per iOS 9.0 e iOS 9.0.1.
Ovviamente come tutti i pacchetti di aggiornamento é reperibile collegando il device al computer tramite iTunes, oppure attraverso la funzione “Aggiornamento Software”, andiamo quindi a vedere cosa tratta.
Come prima cosa é stato fixato il fastidioso bug attraverso il quale si poteva bypassare il blocco del telefono utilizzando Siri 
Sono stati anche corretti problemi riguardanti alla rotazione dello schermo a seguito della ricezione di una notifica, é stata migliorata la stabilità del podcast, risolto un problema relativo all’interruzione del backup su iCloud dopo l’avvio di un backup manuale e corretto un errore relativo all’attivazione e alla disattivazione del traffico dati su linea cellulare per le app.
Inoltre é stata eliminata la possibilità di effettuare il downgrade per le versioni precedenti a iOS 9.0
Questo potrebbe essere deludente per gli utenti che hanno sperimentato problemi con iOS 9.0, l'aggiornamento ha infatti causato diversi problemi di prestazioni per gli utenti, in particolare quelli che utilizzano dei dispositivi di vecchia generazione anche se Apple rassicura di aver risolto quasi tutti i problemi con il rilascio di iOS 9.0.1 e iOS 9.0.2
Fonte: 9to5mac.com  
Supporto
Hai bisogno di aiuto? Entra nel nostro forum o nella nostra chat per il supporto tecnico! Puoi anche farlo dalla nostra App! Scaricala da Play Store!Oppure vuoi tenerti aggiornato? Allora seguici sui nostri social Facebook e Twitter! 
Kryuko.sh

Dopo tanta attesa e NESSUNA informazione da parte degli sviluppatori, Feral Interactive fa sbucare dal nulla il trailer di lancio per le versioni OSX e GNU/Linux di Alien: Isolation.

Per chi non la conoscesse, Feral Interactive è una software house che si occupa principalmente dei porting dei titoli tripla A per OSX e GNU/Linux, come Metro Redux, Last Light, Civilization e moltissimi altri.
Il gioco sarà rilasciato domani 29 Settembre 2015 su Steam, e verrà caricato su Mac App Store in Ottobre.
Ecco qui il trailer di lancio:
 
Il gioco costa 49€ su Steam, ma potete acquistarlo a circa 16€ tramite il link sottostante:
Alien: Isolation a 16,49€ [Steam CD Key Global]
Fonte.
Kryuko.sh

Intel ha rilasciato da poco la nuova versione dell'installer per i suoi driver grafici, e ora supportano pienamente Ubuntu 15.04 Vivid.

Intel Graphics Stack 2015Q2
L'Intel Graphics Stack 2015Q2 contiene, come al solito, moltissimi bugfix, feature e un miglioramento generale dei driver 2D e 3D.
Ecco alcuni dei cambiamenti:
Broadwell and CherryView CPU support now stable Write-combine CPU memory support Dual-link DSI support Faster GPU progress tracking Improved Engine initialisation code On going Skylake preparation VP9 decoding support (Intel-vaapi-driver) HEVC encoding support (Intel-vaapi-driver) Per scaricare l'installer, per qualunque distribuzione, cliccate il link sottostante:
DOWNLOAD INTEL GRAPHICS INSTALLER LINUX 1.2.0
Fonte.
BillieJoeA

Da 0 a 80% in 35 minuti!

La ricarica rapida rappresenta fin da sempre uno dei tanti cavalli di battaglia di cui dispone Qualcomm.
Così l'azienda ha deciso di rafforzare la propria posizione annunciando il Quick Charge 3.0.
Infatti grazie ad un algoritmo proprietario , il dispositivo da ricaricare riuscirà a determinare il quantitativo di energia sufficiente per ottimizzare al meglio la carica , permettendo la possibilità di riapprovvigionare la batteria fin l'80% in soli 35 minuti.
Inoltre quick charge 3.0 a confronto con quick charge 2.0 preserva migliormente lo status della batteria , poichè vi è una maggiore dissipazione di potenza, e può essere definito più "flessibile" in quanto dispone di più configurazioni di voltaggio per funzionare.
I Soc che disporranno di questa nuova tecnologia sono , ovviamente, quelli di nuova generazione come Snapdragon 820, 620, 618, 617 e 430.
 
Fonte: AndroidPolice
BillieJoeA

Grandi novità riguardanti l'applicazione!

Per chi non la conoscesse , QuickPic è un ' app alternativa per la visualizzazione delle immagini sotto forma di galleria , che per via delle sue prestazioni impeccabili, rappresenta un'ottima via di mezzo tra versatilità e immediatezza d'uso.
Così nonostante la recente acquisizione da parte di Cheetah Mobile , arrivano i primi aggiornamenti.
Oltre a risolvere piccoli bug , questi aggiornamenti hanno portato una grandissima novità:
La possibilità di avere 1TB di cloud gratuito per l'archiviazione dei propri dati, previa la semplice registrazione al nuovo servizio offerto.
Il tutto è decisamente allettante , ma non bisogna nascondere che con questi update i permessi dell'app sono sensibilmente cambiati(ad esempio la ricezione di dati internet), ci sarà qualcosa sotto o una semplice comodità per il nuovo sviluppatore?
Per  informazioni e per chi fosse interessato a scaricarla qui sotto il badge:
 
 

 
 
Fonte: Androidpolice